informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

App lettura veloce: come sfruttarle al meglio

Commenti disabilitati su App lettura veloce: come sfruttarle al meglio Studiare a Brindisi

Sapete che esistono delle utilissime app lettura veloce che consentono agli studenti un apporto più facile allo studio? In questo articolo è lo staff della Unicusano di Brindisi a voler dare alcune dritte riguardo alle app per leggere, così da far sapere agli studenti quali sono le migliori da scaricare sullo smartphone ed utilizzare in caso si abbia poco tempo da destinare alla lettura di un manuale in vista di un esame.
studiare in mano tempo
Proprio così: è la mancanza di tempo e di organizzazione – spesso – a sfiduciare i giovani facendogli credere che sia impossibile affrontare e superare a testa alta e con un buon voto un esame. Si crede che siano necessari mesi e mesi di letture e studio per essere preparati al meglio.

Certo, questo approccio – se si ha modo e tempo – è il modo più completa per prepararsi ma va ricordato che imparare a leggere velocemente è un modo per far sviluppare al cervello degli skills in più che possono tornarne utili non solo nel percorso formativo universitario ma anche nel lavoro e nella vita di tutti i giorni.

Tecniche lettura veloce: in cosa consistono

Prima di focalizzarci sulle applicazioni per leggere velocemente, è bene fare un’introduzione sulle varie tecniche di lettura rapida.

Per studiare in fretta, infatti, è necessario improntare una serie di competenze che saranno una vera e propria manna dal cielo per rendere le giornate di studio più brevi ma non per questo meno efficaci.

Nello specifico, le tecniche di lettura veloce e memorizzazione sono dei metodologie di studio che permettono di sfruttare al meglio le potenzialità di occhi e cervello in modo tale che si possano ottenere ottimi risultati in poco tempo.

Leggere veloce per studiare in mano tempo, dunque, contribuisce a rafforzare i muscoli oculari e ad esercitare funzioni mentali specifiche che servono a comprendere i segni grafici e i loro significati.

Dunque, il segreto della lettura rapida sta nell’individuare con una sola occhiata veloce i contenuti importanti di un testo, senza leggere tutta la pagina.

Ma come fare?

Innanzitutto è fondamentale porsi ad una distanza tale che permetta di avere sotto controllo l’intera pagina del libro di testo che si sta leggendo. Aumentando la distanza dal testo, l’occhio (con il giusto allenamento) riuscirà a ampliare il campo visivo fino a circa 5/6 cm, il che significa dimezzare i tempi di lettura.

Tecniche per potenziare il cervello e leggere velocemente

Se siete arrivati a leggere fin qui vuol dire che il vostro interesse è quello di capire tutte le tecniche in riferimento alla lettura veloce in modo tale da poterle applicare al vostro percorso di studi. Non si tratta – infatti – solo di una esigenza di chi si riduce sempre ad avere poco tempo per preparare un esame ma anche di coloro che tendono a studiare svariate materie al tempo stesso, così da riuscire ad avvantaggiarsi.

Proprio così: non pensate che la lettura rapida sia una extrema ratio in caso di esame a distanza ravvicinata e poco tempo per studiare. Non è così: le tecniche per leggere in maniera veloce riescono a dare una reale scossa al cervello, migliorandone le prestazioni in vari campi.

Ecco perché sono molti i professionisti che usano le tecniche che spiegheremo qui di seguito come modo per ampliare la loro capacità di memorizzazione e potenziamento del cervello.

Imparare a riconoscere le parole

La prima tecnica per stimolare il cervello verso la lettura rapida è quella di trovare, nel minor tempo possibile una parola all’interno di una pagina.

Per esempio, possiamo aprire a caso un testo di letteratura italiana nel capitolo dedicato a Dante Alighieri e fare varie prove – nelle varie pagine del libro – a ricercare la parola “Dante” nel minor tempo possibile. E’ importante cercare di cronometrarsi in modo tale da avere traccia dei progressi. E se la parola non è presente? L’occhio pian piano si abituerà a classificare quella pagina come “non utile” e a saltare velocemente alla successiva.

Utilizzare un puntatore

Un altro modo per imparare la lettura veloce è quello di leggere utilizzando un puntatore (ad esempio il dito o una penna). Molti di voi già lo fanno, è vero, ma in questo caso l’accortezza da utilizzare è quella di cercare di spostare il puntatore in avanti sempre un attimo prima che gli occhi abbiano ultimato la lettura dell’ultima parola.

Aumentare il campo visivo

Una ulteriore accortezza da avere quando si cerca di leggere velocemente è quella di allontanare l’occhio dalla pagina: in questo modo si riuscirà ad avere sotto controllo l’intera pagina. Infatti, riuscendo ad aumentare il campo visivo, si avrà coscienza immediata delle varie parti del testo riuscendo così a coglierne l’importanza fin dal primo sguardo.

Ricordatevi comunque che è sempre importante mantenere – quando si è seduti a leggere – una postura corretta.

Affidarsi alle potenzialità del cervello

In ultimo, sembrerebbe scontato, ma è fondamentale non sfiduciarsi ed essere coscienti che il cervello ha tutte le capacità per riuscire a ingranare con queste tecniche, come se fosse un mucolo che va allenato in palestra.

Quindi, non abbiate paura ad aumentare la velocità pian piano (senza esagerare: come tutti gli allenamenti efficaci e senza l’utilizzo di doping richiede tempo, fermezza e costanza). Un esercizio da fare, a fine lettura, sarà quello di effettuare un breve riassunto di quanto compreso in modo tale da avere la certezza di non aver perso in formazioni importanti nel corso della lettura.

Infine, sappiate che anche la tecnologia può aiutare per migliorare le prestazioni del cervello, studiare velocemente e continuare ad avere risultati ottimi agli esami universitari. Sono state realizzate, infatti, tantissime applicazioni scaricabili su smartphone che aiutano a stimolare occhi e cervello…

App per la lettura rapida: ecco le migliori

Eccoci quindi al punto focale dell’articolo: le app che aiutano a leggere e studiare velocemente…

Utilizzare queste app aiuta a non perdere tempo prezioso e ad approcciarsi in maniera innovativa allo studio universitario – con l’ausilio fondamentale della tecnologia.

Quasi tutte le applicazioni che andremo a visionare successivamente si fondano sull’approccio RSVP (acronimo per “rapid serial visual presentation”): nello specifico si tratta di app che mostrano singole parole in rapida successione, così da rendere più veloce la lettura del testo e l’assorbimento delle informazioni.

Ma iniziamo…

Velocity

Si tratta di una app per iOS che ha ottime recensioni e buone possibilità. Ad esempio consente di importare i testi da molte fonti come altre app o dalla casella email. È possibile impostare la velocità di lettura (parole al minuto) e personalizzare la grafica scegliendo tra testo nero su fondo bianco o viceversa.

Syllable

Si tratta di una applicazione possibile da personalizzare in diversi modi che, come la prcedente, può prendere i testi da una varietà di fonti. Include anche una modalità notturna per leggere di notte senza affaticare troppo la vista. Inoltre, permette di mostrare a schermo anche gruppi di parole oltre che singoli termini.

OutRead

Quest’ultima app si differenzia dalle altre perché invece di mostrare singole parole usa una “metaguida” interna per evidenziare termini particolari nei frammenti di testo. L’idea è di guidare i movimenti dell’occhio rendendo più veloce la lettura tradizionale.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali