informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Fumetti divertenti: i 10 da leggere assolutamente

Commenti disabilitati su Fumetti divertenti: i 10 da leggere assolutamente Studiare a Brindisi

Siete appassionati di fumetti? Siete curiosi di sapere quali sono i fumetti assolutamente da non perdere? Ecco una speciale classifica di fumetti divertenti (e non solo) a cura dello staff della Università online Niccolò Cusano di Brindisi.

I fumetti, secondo un sondaggio condotto dallo staff dell’Università online di Brindisi, rappresentano un vero e proprio nodo di congiunzione tra i giovani universitari e la letteratura. Infatti, i fumetti non devono affatto essere considerati un genere letterario di serie B in quanto hanno una incredibile forza data dal connubio tra parole e immagini.
acquisto dei fumettiDal sondaggio, dunque, sono emersi dati interessanti riguardo alla lettura dei fumetti da parte degli universitari: il 72% degli intervistati (200 giovani tra i 20 ed i 30 anni, metà uomini e metà donne) ha affermato di leggere in un anno più fumetti di romanzi. Una percentuale pari al 59% di albi illustrati e al 41% di libri.

Altri dati interessanti sono relativi all’acquisto dei fumetti: il 55% degli intervistati afferma di acquistare in maniera “classica” presso le fumetterie o le librerie della città con la motivazione di dover “sentire sotto le dita” la consistenza e l’odore della carta; il 23%, invece, compra online così da spuntare ottime offerte o promozioni; infine il 22% sceglie di acquistare i fumetti in formato digitale, utilizzando per la lettura i dispositivi e-reader.

Un altro dato emerso dal sondaggio conferma una tendenza generalizzata: sono più le ragazze a leggere (sia in generale sia i fumetti): una percentuale del 68% rispetto al 32% dei coetanei maschi. Eppure sono i ragazzi ad acquistare un maggior numero di albi a fumetto ogni anno (2,2 acquisti di fumetti al mese da parte dei maschi contro 1,7 da parte delle femmine).

Infine, una curiosità sul tipo di fumetti letti: molti ragazzi (il 67%) punta su albi “datati”, scegliendoli per farsi una cultura di genere. In questa ricerca delle origini non possono mancare – ovviamente – i manga giapponesi che però in questa classifica non troveremo, scegliendo di dare maggior spazio ad autori di fumetti italiani ed europei.

I fumetti da leggere almeno una volta nella vita: ecco la nostra top 10

Curiosi di sapere quali sono i migliori 10 albi a fumetto secondo lo staff della Unicusano di Brindisi? Leggete insieme a noi questa speciale classifica…

Appunti di Vita, di Boulet

Non poteva mancare una prefazione illustrata da Zerocalcare a questo albo a fumetti magistralmente realizzato dal fumettista francese. Tra le pagine si accalcano vicende e fatti della vita di tutti i giorni (quasi scontati ed anonimi. Superficiali) che però nel caso di Boulet, si trasformano in vicende che spaziano da disavventure tragicomiche a veri e propri viaggi mentali che superano il reale, distorcendolo.

Boulet diventa così portavoce di una realtà immaginifica che affonda le sue radici nelle icone pop della generazione anni Ottanta.

Una ballata del mare salato, di Hugo Pratt

Tra i migliori fumetti da leggere una citazione al marinaio Corto Maltese è assolutamente d’obbligo. Hugo Pratt (fumettista italiano conosciuto in tutto il mondo) dipinge la vita dell’avventuriero e del suo nemico alter-ego Rasputin tra isole misteriose, esplorazioni avventirose, isole misteriore, cannibali, rapimenti e peripezie di ogni genere.

Il titolo in questione è la prima avventura di Corto Maltese e per questo rappresenta un testo da avere, leggere e rileggere.

Maus, di Art Spiegelman

Maus racconta la storia di Vladek Spiegelman, un sopravvissuto alla prigionia presso un campo di concentramento nazista. La storia a fumetti è raccontata e illustrata dal figlio del protagonista utilizzando una serie di allegorie sottile ed efficaci che rendono questo fumetto un vero e proprio capolavoro a tratti irriverente e a tratti drammatico e toccante. Nelle tavole, gli ebrei sono rappresentati come topi (Maus, appunto), i nazisti come gatti, i polacchi come maiali e gli americani come cani.

L’Incal, di Moebius e Jodorowsky

Si tratta di una pietra miliare nell’universo dei fumetti: qualcosa che tutti dovrebbero leggere. Le tavole permettono di entrare nella fantasia visionaria e folle dei due artori, rappresentandone l’intero mondo concettuale e rappresentando al contempo una gioia per appassionati di genere.

La serie a fumetti racconta le vicende del detective di classe R John Difool che ha il compito straordinario di salvare l’universo.

Le avventure di Tintin, di Hergé

Tra i fumetti divertenti in italiano, tradotti dall’originale francese, ricordiamo senza dubbio Titin. Si tratta del racconto delle avventure di un giornalista belga, sempre accompagnato dal fedele cane Miloo. Il reporter si trova sempre a girare per il mondo sventando complotti, affrontando misteri e avventure.

La squadra di Titin e Milou è coadiuvata da strambi personaggi come il  capitano Haddock, i bizzarri gemelli poliziotti Dupont e Dupond e uno strambo scienziato, il professor Girasole. Il fumetto è stato realizzato tra il 1930 e il 1986

Dimentica il mio nome, di Zerocalcare

Non è l’unico fumetto di questo autore romano presente in classifica. Con questa graphic novel, Zerocalcare entra nell’ambito dei rapporti familiari, diviso tra il rassicurante torpore dell’innocenza giovanile e l’incapacità di sfuggire al controllo della società che – man mano che si cresce – diventa sempre più opprimente. A metà tra fatti realmente accaduti e invenzione, il fumetto può essere considerato un testo “di formazione”, perfetto per gli universitari che iniziano ad avvicinarsi alle responsabilità dell’età adulta.

Quaderni Giapponesi, di Igort

Il fumettista Igort, in questa graphic novel, condice il suo pubblico affezionato fin in estremo oriente: in Giappone.

Si tratta di un viaggio tra una tavola e l’altra alla scoperta della cultura e dell’anima giapponese: un saggio disegnato per le giovani generazioni dei fan di fumetti nato sui social network come appunti di diario con scritti e immagini, quotidianamente seguiti e condivisi da una numerosa e sempre crescente comunità di fan.

Ghirlanda, di Mattotti e Kramsky

classifica dei migliori fumetti

Probabilmente è uno degli ultimi usciti della nostra classifica dei migliori fumetti ed è un’opera magistrale che racchiude l’immaginario e la forza di due tra gli autori più amati del genere. Lorenzo Mattotti, con i suoi disegni minimal e inconfondibili fonde il suo stile alla perfezione con i testi toccanti e inconsueti di Jerry Kramsky.

Lo straordinario talento dei due autori accompagna il lettore in un’avventura fiabesca che pesca significato e sogni nei più profondi meandri delle menti dei due autori, restituendo un’opera di respiro epico che è allo stesso tempo ricerca personale e viaggio oltre i limiti del fumetto tradizionale.

Kobane Calling, di Zerocalcare

Non si tratta di certo di uno dei fumetti divertenti, ma quello che è possibile trovare tra queste tavole val la pena di soffermarsi un po’ nella lettura. Kobane Calling è la storia di tre viaggi nel corso di un anno compiuti dallo stesso autore: Turchia, Iraq, Siria.

Tra i disegni c’è la voglia di documentare la vita della resistenza curda in una delle zone calde meno spiegate dai media. Con questo fumetto a metà tra un documentario ed un reportage, Zerocalcare realizza un racconto intimo e profondo nel quale prendono vita dei personaggi pieni di paura tanto quanto di speranza: gli abitanti del Rojava.

Peanuts, di Schulz

Si tratta non proprio di un albo, bensì della più grande produzione di strisce di fumetti pubblicate quotidianamente tra il 1950 e il 2000 da Charles Schulz.

Il mondo dei Peanuts è popolato da iconici ed indimenticabili personaggi di sei anni: Charlie Brown, Linus, Lucy e i loro amici e da un cagnolino: Snoopy. L’apparente banalità dei protagonisti bambini rompe tutti gli schemi narrativi grazie caratteri, battute, consuetudini e aforismi.

Dai Peanuts prendono vita frustrazioni, insicurezze, illusioni, ansie nelle quali sono i lettori adulti a rispecchiarsi.

Il nome Peanuts venne scelto dal distributore della striscia citando quello di un pubblico di bambini in uno show televisivo dell’epoca.

Avete trovato interessanti i nostri consigli sui migliori fumetti? Quale albo c’è sul vostro comodino? E quali nella vostra wish – list? Raccontatecelo nei commenti e se avete altre proposte siamo aperti a nuovi consigli!

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali