informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Lavorare all’estero: i consigli di Unicusano

Commenti disabilitati su Lavorare all’estero: i consigli di Unicusano Studiare a Brindisi

Per tutto coloro che sono interessati a lavorare all’estero dopo la laurea, ecco un articolo con tanti consigli e qualche dritta sui titoli di studio più apprezzati dai recruiter dei paesi stranieri.
trovare lavoro all'estero da Brindisi
Iniziamo con qualche dato: è il 24% degli studenti che si sta laureando ai corsi di laurea online dell’Università Niccolò Cusano di Brindisi ad essere interessato ad un percorso lavorativo fuori dall’Italia. Di questi, il 78% sono uomini – il restante donne; una percentuale molto alta del totale (il 94%), comunque, ammette di essere intenzionato a tornare in Italia una volta raggiunta una buona posizione e aver arricchito di esperienze di proprio curriculum vitae.

Il trasferirsi all’estero definitivamente, a quanto emerge dai dati in possesso della Unicusano di Brindisi, è un paso a cui i giovani tra i 20 e i 25 anni ammettono di non essere pronti – anche a causa delle forti tensioni e dell’insicurezza che traspare in questo periodo durante il quale molte città europee sono state colpite da attacchi terroristici.

Vediamo ora quali sono le lauree per trovare lavoro all’estero più gettonate e quali sono i paesi che più di altri richiedono la professionalità dei laureati italiani.

Consigli per lavorare in paesi esteri

Lo staff della Unicusano di Brindisi vuole fornire dei consigli specifici sia appannaggio di chi intende lavorare in Europa sia nel mondo.

Inglese? Top Level

Sembra scontato ma non lo è: la conoscenza della lingua inglese (e magari della lingua del posto dove si intende lavorare) dovranno essere ottime.

L’inglese soprattutto deve essere curati fin da mesi e mesi prima della partenza (se non anni!) con un corso intensivo che – unitamente all’esame universitario di riferimento – accerterà la conoscenza della lingua.

Curriculum in lingua

Se intendete presentarvi a dei recruiter stranieri è opportuno presentare una lettera di presentazione e il curriculum vitae tradotto in inglese (e, magari, anche nella lingua del posto).

Occhio agli errori, agli strafalcioni e – soprattutto – alle esagerazioni: è meglio omettere competenze di cui non si è davvero certi come le esperienze lavorative non inerenti con quella per cui ci si sta presentando.

A nessun recruiter interessa il vostro passato da barman o babysitter, se state presentando il curriculum nell’ambasciata italiana negli USA.

Disponibilità e ancora disponibilità

I recruiter richiedono un colloquio su Skype in orari assurdi? Fatevi un caffè ed accettate. È necessario incontrarsi di persona per la firma del contratto con poco preavviso? Salite su un aereo in fretta!

Il mondo del lavoro all’estero – seppur estremamente meritocratico – è anche assolutamente più “veloce” che in Italia. Per questo andrà probabilmente fatto qualche sacrificio e quale cambiamento rispetto alla solita routine… ma ne varrà di sicuro la pena.

Lavorare fuori dall’Italia: come e dove farlo

Per capire nello specifico come trovare lavoro fuori dall’Italia, occorre partire dalla formazione: occorre aver svolto un percorso universitario altamente professionalizzante, magari anche con l’ausilio di uno stage curricolare.

Ma quali sono i corsi di laurea più richiesti all’estero?

Ingegneria civile

Il corso di laurea online in Ingegneria civile a Brindisi è il più gettonato in paesi esteri quali l’estremo oriente (Singapore e Malesia) o negli Emirati Arabi (Dubai e Abu Dhabi). Gli ingegneri civili possono lavorare all’estero grazie alle competenze in materia di costruzioni che rispettano le normative di bio-edilizia e i criteri antisismici.

Ingegneria agro-industriale

Trovare lavoro all’estero per gli ingegneri agro-industriali è facile in paesi quali il Canada o i paesi della ex-URSS.

In questo caso, ad essere apprezzate sono le competenze spiccate in materia di qualità e competenza nella trasformazione delle materie prime. Il “made in Italy” risulta essere l’arma vincente ed è sicuro indice di professionalità in quei paesi che stanno iniziano a lavorare sull’esportazione controllata di materie prime grezze o lavorate del comparto alimentare.

Scienze politiche

Ovviamente, la laurea in scienze politiche è ottima per tutti coloro che cercano lavoro nelle ambasciate dei paesi esteri. In Europa il Belgio è per ovvi motivi il paese più ricettivo, seguito dall’Olanda e dagli USA.

I laureati potranno far valere le proprie competenze con un riguardo speciale alle conoscenze acquisite nel corso degli anni di studio nell’ambito dell’economia e del diritto comunitario.

Vuoi altri consigli per trovare lavoro all’estero da Brindisi? Chiamaci al numero 800 98 73 73.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali