informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Lavorare in proprio: i consigli su come partire

Commenti disabilitati su Lavorare in proprio: i consigli su come partire Studiare a Brindisi

Vuoi sapere quali sono i requisiti indispensabili per lavorare in proprio? Lo staff della Unicusano di Brindisi ha deciso di venire incontro a tutti quei laureati che – dopo il conseguimento del titolo – vogliono provare a inventarsi un lavoro, portando alla ribalta le proprie aspirazioni personali.
diventare liberi professionisti
Inoltre, la scarsità di posti di lavoro fa sì che sia una percentuale sempre maggiore (alcuni dati dimostrano un aumento delle partite iva aperte del +9% rispetto allo scorso anno) a decidere di lavorare da casa o quantomeno mettersi in proprio gestendo autonomamente la propria attività professionale.

Come prima cosa è fondamentale rivolgersi ad un commercialista in modo tale da trovare il regime fiscale e pensionistico più adatto alle proprie esigenze. Poi è bene seguire dei corsi ad hoc per la gestione delle start up, così da non essere impreparati su aspetti burocratici, gestionali o legali.

Ad esempio, per gli interessati, l’Università online di Brindisi propone il master per Start Up d’impresa. Il master si prefigge l’obbiettivo di realizzare una professionalità di tipo manageriale in possesso del know how necessario alla gestione di tutti gli step di vita di un’impresa: dall’idea imprenditoriale, alla sua progettazione e realizzazione (start-up) sino alla corretta gestione dell’impresa costituita.

Master per aprire start-up: ecco tutte le specifiche

Dunque, per ricevere una formazione completa per aprire una start-up senza commettere errori e lanciarla al meglio sul mercato, è bene frequentare il master online di Unicusano che permette di ricevere nozioni specifiche con un apporto multidisciplinare. In questo modo, al termine del percorso del master, sarà possibile gestire in autonomia tutti i passaggi relativi all’avvio di una azienda personale senza fare errori di gestione e riuscendo a redigere un piano economico-finanziario e un’analisi dei costi e benefici ben fatta e razionale.

Nello specifico, il programma del corso di I livello prevede lo studio delle seguenti materie:

  • Elementi di economia aziendale;
  • Economia e gestione d’impresa;
  • Business plan e analisi dei costi di gestione;
  • Ecosistema delle start-up;
  • Aspetti legali nell’avvio di una start-up alla luce delle ultime novità normative;
  • Analisi dei rapporti con clienti e fornitori;
  • Principi e tecniche di web marketing: promozione e comunicazione del progetto;
  • On-line reputation: (il caso Trip Advisor);
  • Case History (Testimonianza Manager Groupon Italia)
  • Gestione della crisi d’impresa;
  • Attività di controllo;

Infine, il corso della durata annuale si concluderà con un project work che consiste in un check up strategico, strutturale e operativo per avviare una start up. Un modo per mettere i giovani aspiranti manager di se stessi di fronte alla costruzione pratica di una azienda.

Per tutte le informazioni relative al master online a Brindisi è possibile chiamare il numero messo a disposizione da Unicusano (800 98 73 73) o visitare il sito web dedicato.

Il master che insegna a creare start up vincenti ha un costo di 1.300 euro; i laureati in discipline economico-giuridiche da meno di 24 mesi hanno la quota agevolata pari a 950 euro.

Bandi per start up, ecco dove trovarli

Inoltre è importante per i giovani che vogliono lavorare in autonomia sondare il terreno per controllare se ci siano possibilità di finanziamenti per l’impresa che vogliono realizzare. Spesso esistono fondi comunitari destinati, ad esempio, alle imprese femminili o di giovani al di sotto dei trent’anni o con idee particolarmente innovative.

Per trovare finanziamenti alle imprese, è importante tenersi sempre aggiornati sul sito web del Ministero dello Sviluppo Economico e della Regione Puglia. E considerando che tra il 2000 e il 2010 la Regione ha finanziato imprese neo-nate per un miliardi di euro, è auspicabile che sempre più fondi saranno destinati all’innovazione e alla crescita.

Si calcola, inoltre, che dei miliardi di euro stanziati ci siano ancora numerosi fondi non spesi che consentirebbero il finanziamento di imprese giovani fino al 2020.

Aprire la partita IVA, cosa c’è da sapere?

Poi, fondamento per i giovani che devono approcciarsi all’apertura di un’attività in proprio – professionistica o commerciale – è quello dell’apertura della partita IVA. E in un momento di incertezza professionale come quello che si sta vivendo in Italia, a farlo sono sempre più ragazzi.

Consigliamo di appoggiarsi ad un commercialista che potrà valutare nel migliore dei modi la situazione di ciascuno, con la precisazione che l’unica partita IVA vantaggiosa realmente è quella a cui è possibile applicare il regime forfettario.

Aprire la partita IVA è semplice e tutti possono farlo, basta comunicare all’Agenzia delle Entrate l’inizio della propria attività, entro 30 giorni dal primo giorno di attività, con apposita dichiarazione, redatta su modello AA9/7 (ditta individuale e lavoratori autonomi) oppure modello AA7/7 (società).

Tutti i nuovi lavori dei giovani laureati

Ma quali sono i nuovi lavori che i giovani stanno mettendo in piedi? La Unicusano di Brindisi ha deciso di fare una carrellata dei più gettonati fornendo per ciascuno qualche consiglio, con la speranza che possano essere di aiuto per altri ragazzi che vogliono mettersi in proprio dopo l’università.

Wedding planner

L’attività in proprio preferita dalle ragazze (ma non solo) è rappresentata dall’organizzazione di matrimoni.

È importante in questo caso avere un background legato all’organizzazione di eventi e -soprattutto – sapersi promuovere al meglio come professionista.

E-commerce e negozi online

Per chi ha il commercio nel sangue, un modo ottimo di inventarsi una occupazione è quello di lavorare da casa gestendo un negozio online.

L’e-commerce sta prendendo sempre più piede in Italia e per questo si tratta di un settore in continua crescita e tanto potenziale.

FabLab e laboratori di stampa 3D

Il poter usare la stampa tridimensionale per creare oggetti dal nulla ha fatto sì che in molti campi si stia diffondendo la voglia – da parte dei laureati – di aprire dei laboratori di stampa.

Ad esempio sono architetti, ingegneri, medici legali, artisti ecc… a volersi creare una occupazione personale con l’ausilio di stampanti tridimensionali.

Gestione di agriturismo e case vacanza

La vecchia casa della nonna nel centro storico, la dimora di campagna lasciata all’abbandono… queste situazioni di incuria e degrado diventano, per i giovani pugliesi, una occasione di riscatto.

Molti, mettendosi in proprio, scelgono di perseguire la strada degli introiti dovuti al comparto turistico. E così vecchie case e masserie diventano agriturismi e bed and breakfast gestiti in maniera innovativa e professionale con uno sguardo attento sul territorio e una promozione 2.0.

Negozio di prodotto tipici

Come la stragrande maggioranza degli universitari che hanno scelto di studiare a Brindisi, anche coloro che vogliono improntare una propria attività post laurea ammettono di essere affascinati dalla valorizzazione dei prodotti tipici pugliesi.

Ecco perché tra le idee imprenditoriali più gettonate dai ragazzi pugliesi c’è quella di aprire in proprio un negozio dove si possono trovare prodotti tipici locali.

Fa tutto parte di una valorizzazione del territorio, della storia e delle tradizioni locali che si vogliono riscoprire e far conoscere al grande pubblico di turisti.

Inoltre questi negozi molto spesso sfruttano anche il commercio elettronico per vendere i prodotti anche oltre confine. Indispensabile, in questo caso, una buona conoscenza del marketing.

E a voi cosa piacerebbe fare dopo la laurea? Siete interessati a diventare liberi professionisti? Se avete trovato utili questi consigli non esitate a condividere l’articolo sui vostri canali social!

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali