informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come arredare uno studio: 7 consigli da seguire

Commenti disabilitati su Come arredare uno studio: 7 consigli da seguire Studiare a Brindisi

Hai trovato lo spazio giusto, ma non sai come arredare uno studio professionale? Sei fortunato! In questa nostra guida, lo staff dell’Università online Niccolò Cusano di Brindisi ti darà consigli utili su come si arreda uno studio.

Per chi si cimenta con la libera professione, avere uno studio curato e accogliente dove ricevere i propri clienti o pazienti è fondamentale. Far sentire i clienti a proprio agio è importante. Uno studio professionale, oltre ad essere accogliente, deve essere anche funzionale. Si tratta infatti della stanza dove trascorrerai la maggior parte del tuo tempo. Pensa ad esempio allo studio di uno psicologo e all’impatto che l’ambiente può creare sul paziente. 

Come avrai capito, esistono delle regole basilari da seguire per l’arredamento dello studio. Vediamo quali sono!

come arredare uno studio moderno

Come arredare uno studio professionale

Se stai per avviare la tua professione, hai prima di tutto la necessità di individuare l’ambiente da trasformare in studio. Rispetto a questa scelta, hai diverse opzioni.

Potrai affittare o comprare uno studio tutto per te o prendere in affitto la stanza all’interno di uno studio associato. Potrai anche allestire uno studio direttamente nella tua casa (se l’ambiente lo consente). Anche in questo ultimo caso, ci sono soluzioni davvero professionali ed originali.

Le idee ed i consigli per scegliere l’arredamento dello studio non mancano. Esistono siti per acquistare mobili online di design a prezzi contenuti. Tanti siti web, oltre ai mobili, offrono anche la possibilità di acquistare accessori ed oggettistica che renderanno unico il tuo studio.

Inoltre, gli stessi punti vendita come il grande colosso internazionale Ikea, vendono la merce online. 

Per non parlare poi delle tante riviste dedicate al design e all’arredamento disponibili in edicola.

Insomma le idee di certo non mancano, basta munirsi di tablet o smartphone per iniziare a spaziare con la fantasia.

Eppure, arredare uno studio professionale richiede il rispetto di qualche regola. Nelle tue scelte, dovrai sempre provare a metterti dalla parte dei tuoi utenti che verranno a trovarti e vorranno sentirsi accolti e a proprio agio.

Fatte queste dovute premesse, scopriamo i consigli dell’Università Unicusano per arredare lo studio.

Consigli per scegliere l’arredamento dello studio

Che si tratti di uno studio all’interno di un ufficio condiviso o all’interno del proprio appartamento, è sempre bene seguire alcune indicazioni.

Quali sono gli elementi indispensabili per arredare uno studio? Come scegliere la scrivania adatta? Come sfruttare l’illuminazione giusta? A tutte queste domande daremo presto una risposta.

Iniziamo con i nostri consigli su come arredare uno studio.

Individuare lo spazio

Il primo passo da compiere è individuare uno spazio da adibire a studio professionale.

Se vuoi lavorare in casa, piccola o grande che sia, avrai bisogno di ricavare uno spazio da dedicare esclusivamente al lavoro, specie se incontrerai i tuoi clienti. Una buona soluzione potrebbe essere avere una stanza/studio con un ingresso separato dal resto della casa. A volte anche sfruttare una piccola depandance potrebbe rivelarsi un’ottima alternativa. In questo modo eviterai ai tuoi clienti di entrare in casa.

In generale, uno studio serve a lavorare e ricevere clienti o pazienti. Questo spazio dovrà essere abbastanza grande per contenere documenti, libri e tutto ciò che sarà utile per svolgere il tuo lavoro quotidiano. La prima regola dunque è ottimizzare gli spazi con mensole e librerie a parete che ti consentono di avere tutto a portata di mano senza invadere la scrivania di carte.

come arredare uno studio verde

Curare l’illuminazione

Se il tuo lavoro prevede l’uso costante del PC non puoi trascurare l’aspetto dell’illuminazione. Scegli luci adatte al tuo ambiente di lavoro, in modo da non affaticare la vista ed arrivare a fine serata con gli occhi gonfi ed irritati. Un consiglio? Usa lampade che possono essere regolate ed evita l’illuminazione diretta sul monitor del PC. Potresti anche mettere una bella lampada a terra da spostare a seconda delle esigenze. Se dalla finestra del tuo studio entra troppa luce, premunisciti di tende che si possono regolare in modo da filtrare i raggi del sole.

Scegliere la scrivania

Il complemento d’arredo principale di uno studio è la scrivania. Qui passerai la maggior parte del tuo tempo. Quando stai per acquistare la tua scrivania, fermati a riflettere e scegli la soluzione più adatta alle tue esigenze. Hai bisogno di una cassettiera? Hai la necessità di avere la cancelleria a portata di mano? Le soluzioni in termini di scrivania sono davvero tante. 

Di solito la scrivania viene posizionata al centro della stanza ed è la prima cosa su cui i clienti puntano l’occhio. 

Esistono scrivanie in legno molto eleganti, ispirate ad uno stile più classico. Ci sono poi tavoli di design realizzati con materiali innovativi, come il vetro o il metallo. In questo caso l’ambiente avrà un impatto più moderno.

Posizionare librerie e mensole

Abbiamo già accennato a questi altri complementi d’arredo. Se hai la necessità di consultare molti libri, è preferibile acquistare una o più librerie, a seconda della grandezza del tuo studio. I libri dovranno essere a portata di mano. Una buona soluzione è quella delle scrivanie-mensole, rivolte verso il muro. Si tratta di una composizione unica che rende l’ambiente moderno.

Per gli ambienti spaziosi consigliamo librerie a giorno che danno massimo risalto ai tuoi libri. Nel caso di ambienti più piccoli puoi optare per librerie componibili che, con i loro moduli, si adattano facilmente ad ogni spazio.

Nel caso di uno studio davvero molto ristretto, opta per mensole da fissare su tutta la parete in verticale. Non esagerare con il numero di mensole: rischi di appesantire l’ambiente.

Non risparmiare sul comfort

Lavorare in un ambiente confortevole rende la giornata lavorativa più piacevole. Un elemento che non può mandare è la classica sedia da ufficio. La tua sedia dovrà essere comoda, confortevole ed ergonomica. Arrivare a fine serata con il mal di schiena non piace a nessuno, quindi scegli una sedia che si adatti facilmente al tuo corpo. Su questo genere di acquisto, concediti un piccolo strappo alla regola. Risparmiare al primo acquisto potrebbe significare dover spendere i soldi due volte.

Naturalmente assicurati che anche le sedie dei tuoi ospiti siano altrettanto comode.

Mettere un tocco di creatività

Un pizzico di creatività ed originalità non guasta mai. Se hai voglia di personalizzare il tuo studio secondo i tuoi gusti, puoi farlo, ma senza esagerare.

In fondo come arredare uno studio senza seguire le proprie preferenze? Ad esempio, se il tuo spazio te lo consente, puoi posizionare un divano con cuscini colorati che rallegrano la stanza.

Se hai il pollice verde, puoi mettere qualche pianta. Se sei un appassionato di arte, appendi tranquillamente un quadro, purché sia di buon gusto.

In questo genere di scelte, cerca sempre di pensare al cliente che verrà a farti visita e che non dovrà essere circondato da elementi di distrazione.

Scegliere i colori giusti

Ultimo consiglio, ma non per importanza, è la scelta dei colori. Sia per le pareti che per i mobili e i complementi d’arredo, scegliere il colore non è mai facile.

Il nostro consiglio è puntare a colori chiari e neutri per le pareti, che non saltino troppo alla vista. Colori come il bianco, il beige o il color crema sono ideali per gli studi professionali.

Scegli tonalità rilassanti che evitano le distrazioni. Alcuni studi sostengono che sono adatti anche i colori pastello, come l’azzurro e il verde, in quanto rilassanti e stimolanti allo stesso tempo. 

Eccoci giunti al termine della nostra guida. Ora che sai come arredare uno studio, sei pronto per mettere in pratica i nostri consigli? Se stai per avviare il tuo studio professionale, leggi anche i nostri consigli per lavorare in proprio.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali