informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come studiare diritto amministrativo? Consigli utili da seguire

Commenti disabilitati su Come studiare diritto amministrativo? Consigli utili da seguire Studiare a Brindisi

L’esame di diritto amministrativo è uno degli esami più complessi da dover sostenere in ambito universitario. Se sei uno studente iscritto al corso di laurea in Giurisprudenza presso l’Università telematica Niccolò Cusano di Brindisi sicuramente sarai interessato alla nostra guida.

Il nostro staff ha pensato infatti di realizzare una guida per sapere come studiare diritto amministrativo.

Siamo sicuri che interesserà anche gli studenti iscritti a facoltà come Scienze politiche e tutti coloro che intendono diventare avvocati, notai e commercialisti. La nostra guida sarà uno spunto utile anche per chi vuole prepararsi a concorsi pubblici per l’accesso a cariche giuridiche, come quella di magistrato.

Sei pronto per sapere come prepararsi all’esame di diritto amministrativo? Continua a leggere!

Nozioni di diritto amministrativo

Come abbiamo detto il diritto amministrativo è una materia d’esame assai complessa. Questa branca del diritto rappresenta inoltre uno dei capisaldi della nostra giurisprudenza. Prima di sapere come studiare diritto amministrativo, riteniamo utile un veloce approfondimento sulla materia.

Cerchiamo di capire quindi cos’è il diritto amministrativo e cosa regolamenta.

Iniziamo dunque con la definizione di diritto amministrativo per sapere di cosa si occupa.

Il diritto amministrativo, come si legge anche online, sul portale della nostra stessa Università Unicusano, è:

un ramo del diritto pubblico le cui norme regolano l’organizzazione dell’Amministrazione pubblica. Il diritto amministrativo disciplina quindi le attività di perseguimento dei interessi pubblici della pubblica amministrazione ed i rapporti tra quest’ultima ed i cittadini.

Per comprendere meglio, possiamo dire che si occupa di regolare l’organizzazione e le attività della Pubblica Amministrazione. Regola anche i rapporti tra Pubblica Amministrazione ed altri soggetti dell’ordinamento.

come studiare diritto amministrativo ragazza

La Pubblica Amministrazione in Italia

Abbiamo parlato di Pubblica Amministrazione, ma cosa si intende nello specifico? La Pubblica Amministrazione in Italia è l’insieme degli organi e degli uffici che fanno capo al Governo e agiscono per conto dello Stato.

In particolare, per pubbliche amministrazioni si intendono:

  • amministrazioni statali
  • regioni, province e comuni
  • comunità montane e i loro consorzi e associazioni
  • istituzioni universitarie
  • istituti autonomi case popolari
  • camere di commercio, industria, artigianato, agricoltura e le loro associazioni
  • aziende e gli enti del servizio sanitario nazionale
  • enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali
  • agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni
  • agenzie pubbliche

Le attività degli organi e degli uffici pubblici appena elencati sono regolate quindi dalle norme del diritto pubblico e nello specifico del diritto amministrativo. Lo scopo è perseguire l’interesse pubblico.

A seconda della loro attività, gli organi amministrativi sono suddivisi in:

  • consultivi
  • attivi
  • di controllo

Gli organi consultivi esprimono pareri a favore di altri organi che a loro volta possono svolgere la loro attività rispetto ad una data situazione.

Quelli attivi svolgono attività che soddisfano direttamente i fini pubblici.

Gli organi di controllo, infine, esaminano l’attività svolta da altri organi per verificarne la correttezza dell’operato.

Come studiare diritto amministrativo: i consigli di Unicusano

Ora che sai di cosa si occupa il diritto amministrativo e quali sono le pubbliche amministrazione, avrai sicuramente le idee più chiare per studiare diritto.

Prima di elencare tutti i nostri preziosi consigli per consentirti di affrontare al meglio lo studio, vogliamo ribadire un concetto importante. Per il diritto, come per altre materie oggetto d’esame, è fondamentale avere un metodo di studio, ovvero un sistema che ti consenta di assimilare e comprendere i concetti in maniera giusta.

Vediamo allora come studiare diritto amministrativo e superare l’esame brillantemente. Sei pronto? Prendi nota!

Organizza la giornata di studio

Questo suggerimento è valido in realtà per la preparazione di tutti gli esami, in particolare per un esame complesso come quello di diritto amministrativo.

Se vuoi rendere efficaci le tue ore di studio, smetti subito di studiare senza tregua. Il primo consiglio che ti diamo è alternare lo studio ad altre attività. Buttarsi a capo fitto sui libri, senza fare soste rigeneranti, non ti darà i risultati che speri, anzi! Compatibilmente con i tuoi impegni, cerca di dedicare più ore allo studio nella mattinata. In fase di preparazione all’esame, imponiti ritmi di vita più salutari. Cerca di andare a dormire sempre alla stessa ora, riposare un numero sufficiente di ore per alzarti fresco e dedica allo studio una media di 6 ore al giorno.

Se senti che la mente è satura di informazioni e concetti, stacca la spina. Esci a fare una passeggiata all’aria aperta, distraiti e torna a casa a studiare. Vedrai che la mente riposata ti darà i suoi frutti. Evita di studiare la sera tardi, dopo cena.

Ridisegna l’ambiente di studio

Altro consiglio sempre valido è guardarsi attorno e capire cosa non ci permette di studiare con la giusta concentrazione. Se l’ambiente in cui sei abituato a studiare è pieno di distrazioni, tu eliminale. Come? Parti con il tenere spenti televisione, smartphone e suonerie del telefono. Crea un ambiente favorevole allo studio, privo di distrazioni e ben illuminato.

Segui un metodo di studio efficace

Una volta che hai creato un ambiente favorevole allo studio ed hai organizzato le tue giornate, inizia a seguire un metodo di studio efficace.

Prima di tutto assicurati di avere manuali di diritto amministrativo aggiornati. Trattandosi di leggi, non puoi permetterti di affidarti a manuali datati. L’aggiornamento dei testi è fondamentale.

Una volta appurato questo aspetto, inizia a leggere l’indice del manuale: suddivisione in capitoli e paragrafi. Ti aiuterà a capire come sono raccolte le informazioni e distribuiti i concetti.

Passa poi alla lettura del testo avendo l’accortezza di sottolineare i concetti principali. Ti suggeriamo di utilizzare colori differenti a seconda dell’importanza. Non dovrai conoscere tutto il testo: dovrai essere in grado di riconoscere ciò che è più importante.

Attenzione a non trascurare le note a piè di pagina. Potrebbero tornarti utili per comprendere meglio quanto spiegato nel paragrafo che stai leggendo.

Aiutati con la memoria visiva. In che modo?

  • Segna le parole chiave
  • Scrivi dei riassunti schematici dell’argomento letto
  • Elabora degli schemi e delle mappe concettuali esaustivi

All’interno delle mappe riporta le parole chiave evidenziate, collegale tra loro con frecce per stabilire connessioni. Anche in questo caso usa colori diversi per distinguere tra parole chiave, concetti principali e nozioni secondarie.

Questi metodi basati sulla memoria fotografica ti aiuteranno ad imprimere nella memoria i concetti e ti saranno di grande aiuto in fase di ripasso.

Ti consigliamo di leggere il testo nella prima parte della giornata (la mattina) ed elaborare schemi e mappe nella seconda parte (pomeriggio).

Ripeti ogni mappa concettuale a voce alta per capire se hai compreso ed assimilato i concetti. Se qualche concetto non ti è chiaro o hai difficoltà ad esprimerlo, segnalo e torna sul libro per chiarire i dubbi e colmare eventuali lacune.

come studiare diritto amministrativo ragazzo

Studiare diritto amministrativo: ultime raccomandazioni

Avere un metodo di studio efficace ti consentirà di arrivare preparato all’esame di diritto amministrativo. Se può esserti d’aiuto, prova ad assistere all’esame di altri candidati. Ti servirà per comprendere come funziona l’esame, quali sono le domande più frequenti, come si comporta il professore e quali sono i punti da approfondire.

Confrontati con i colleghi delle sessioni precedenti e se hai un compagno di studio fedele, organizzate giornate di ripasso insieme. Condividere con gli altri ti permetterà di capire il tuo grado di preparazione prima dell’esame. Sei pronto per affrontare il prossimo esame di diritto amministrativo? Se la materia ti interessa particolarmente, leggi anche come scrivere una tesi di diritto amministrativo.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali