informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Conviene prendere una magistrale in ingegneria informatica? I vantaggi della specialistica

Commenti disabilitati su Conviene prendere una magistrale in ingegneria informatica? I vantaggi della specialistica Studiare a Brindisi

Se l’informatica è la tua passione e hai da poco conseguito la laurea triennale in ingegneria, una scelta giusta potrebbe essere iscriversi al corso magistrale. Quando si sceglie una facoltà, solitamente lo si fa perché mossi da un reale interesse verso le materie oggetto di studio. Una volta conseguita la laurea triennale, c’è la possibilità di specializzarsi ulteriormente attraverso l’iscrizione alla laurea magistrale.

Il corso di laurea magistrale dura due anni, vi si accede solo se in possesso di laurea triennale e, nel caso di Unicusano, viene erogata in modalità online. Ciò significa avere la possibilità di conciliare gli impegni di studio con altri impegni, personali e/o lavorativi. Nel caso dell’ambito informatico, conviene prendere una magistrale in ingegneria informatica?

Lo scopriremo insieme allo staff dell’Università online Niccolò Cusano di Brindisi.

Se sei alla ricerca di informazioni sul corso di laurea magistrale in ingegneria, ti consigliamo di continuare a leggere.

Studiare ingegneria informatica: i vantaggi

conviene prendere una magistrale in ingegneria informatica pc

DepositPhoto.com/vydrin

Prima di vedere, nello specifico, se conviene prendere una laurea magistrale in ingegneria informatica, scopriamo perché laurearsi in ingegneria informatica.

Quello in ingegneria informatica è uno dei titoli più richiesti sul mercato del lavoro ed offre competenze spendibili in più ambiti. La professione dell’ingegnere informatico è molto ricercata, sia in Italia che all’estero. Se desideri quindi trasferirti fuori dal paese, questo titolo di studio ti sarà molto utile.

Considerando che viviamo in un’epoca altamente tecnologica, in cui assistiamo alla nascita e all’evoluzione di continue nuove tecnologie, essere esperti del settore è un vantaggio.

Significa infatti che ci sarà sempre bisogno di figure specializzate in campo tecnologico e profonde conoscitrici del linguaggio informatico.

Quella dell’informatica è una branca dell’ingegneria che deriva nello specifico dall’ingegneria elettronica. Una specializzazione nata dalla sempre più crescente diffusione di computer e sistemi informatici sempre più complessi.

Tale condizione ha portato gli ingegneri a specializzarsi la progettazione e la creazione di software, programmi e applicazioni, ma anche componenti hardware.

Conviene prendere una magistrale in ingegneria informatica?

Dopo questa breve panoramica sui vantaggi che ruotano attorno alla figura dell’ingegnere informatico, vediamo perché prendere la magistrale in ingegneria informatica.

Prima di tutto, cosa prevede l’offerta formativa di Unicusano in questo settore? Per coloro che già possiedono la laurea triennale, c’è la possibilità di iscriversi alla laurea magistrale in ingegneria informatica a Brindisi con il Percorso Eccellenza.

Il corso magistrale in ingegneria informatica dura due anni ed è fruibile sia online, tramite la piattaforma e-learning di Unicusano, sia in presenza. Il requisito per accedervi è il possesso della laurea triennale o titolo conseguito all’estero ritenuto idoneo.

Scopo del corso magistrale è formare professionisti capaci di operare nella gestione e nella progettazione di sistemi complessi e nei reparti Ricerca e Sviluppo. Figure in grado di operare come analisti di sistema, progettisti di software e specialisti in sicurezza informatica.

Frequentare il Percorso Eccellenza di Unicusano vuol dire avere la garanzia di una formazione di elevata qualità ed il sostegno di un mentore completamente dedicato. Un tutor che assiste lo studente nell’intera preparazione degli esami.

Inoltre, il Percorso Eccellenza offre la possibilità di suddividere gli esami in più esoneri agevolando la pianificazione dello studio e la preparazione degli esami. Con questo sistema, lo studente riesce a finire il proprio percorso di studi nei tempi prefissati.

Perché uno studente già in possesso di laurea triennale dovrebbe proseguire gli studi. Ecco 3 vantaggi della specialistica.

conviene prendere una magistrale in ingegneria informatica server

DepositPhoto.com/Wavebreakmedia

Maggiore specializzazione

Il corso di laurea magistrale in ingegneria informatica ha lo scopo, come abbiamo visto poco fa, di fornire una preparazione eccellente nell’ambito ingegneristico. Come? Offrendo allo studente specifiche conoscenze e reali competenze per quanto riguarda sviluppo, gestione e controllo di prodotti, sistemi, processi e servizi complessi nell’ambito dell’informatica.

Con la laurea magistrale in ingegneria informatica, i nostri laureati ottengono una formazione altamente professionalizzante, spendibile in ambito aziendale e industriale, con ruoli di responsabilità.

Grazie alla preparazione acquisita, il laureato magistrale è in grado di:

  • identificare, formulare e risolvere problemi complessi, sia in modo autonomo sia all’interno di gruppi multidisciplinari
  • adattarsi velocemente alla rapida evoluzione delle tecnologie
  • gestire problematiche di aree culturali diverse da quella approfondita nell’ambito del proprio percorso formativo

Per arrivare a possedere tali capacità, il nostro corso magistrale in ingegneria informatica prevede una formazione basata su insegnamenti caratterizzanti. Parliamo del settore dei sistemi di elaborazione delle informazioni e insegnamenti affini ai settori dell’ingegneria industriale, gestionale e dell’informazione. Un percorso formativo in perfetta linea con quanto richiesto dal mercato del lavoro.

Facilità di inserimento nel mondo del lavoro

Data la preparazione accademica fornita dal corso magistrale in ingegneria informatica, il secondo vantaggio è legato alle possibilità lavorative. Tutti i nostri corsi di laurea sono pensati per garantire una formazione adeguata alle richieste del mondo del lavoro. Nello specifico, il percorso in ingegneria informatica è concepito per soddisfare la crescente ricerca di figure in ambito industriale e non solo. Parliamo anche di figure per l’esercizio di sistemi e infrastrutture hardware o software e per la fornitura di servizi nell’area ICT.

Il laureato magistrale in ingegneria informatica avrà numerosi sbocchi occupazionali. Potrà proporsi a società ed aziende che progettano, producono o forniscono componenti e sistemi software, apparati e servizi informatici, di settori sia pubblici che privati.

Per entrare ancora più nel dettaglio, ecco le funzioni più interessanti che potrà svolgere:

Coordinatore della progettazione, della ricerca e dello sviluppo di componenti software e sistemi informativi completi, apparati basati sul software per impianti produttivi ad elevata automazione.

Ed ancora potrà progettare e coordinare la gestione e la manutenzione di strumenti ed attrezzature software e hardware. Intervenire infine in ambito aziendale ed industriale con assunzione diretta di responsabilità nei reparti di sperimentazione, ricerca e sviluppo.

Ingegnere progettista, con compiti di responsabilità per lo sviluppo di sistemi a maggiore complessità tecnologica. In questo caso le sue funzioni vanno dall’ideazione dello schema concettuale, alla modellazione e prototipazione virtuale. Dalla scelta dei componenti e sottosistemi al dimensionamento e allo sviluppo e test di prototipi. Il tutto seguendo il prodotto durante l’intero processo produttivo, curandone la progettazione sotto il profilo funzionale, morfologico, economico.

Ingegnere per funzioni R&D, con capacità di scouting tecnologico e utilizzo di tecnologie innovative per lo sviluppo di prodotti e sistemi informativi e di automazione industriale.

Maggiori opportunità di guadagno

Se volessimo fare un elenco dei ruoli che potrebbe ricoprire un laureato magistrale in ingegneria informatica, potremmo quindi citare:

  • analista sistemista
  • programmatore
  • progettista di infrastrutture web
  • sviluppatore di software
  • tecnico di sistemi multimediali
  • sviluppo di reti di calcolatori
  • Knowledge management
  • progettista di sistemi di intelligenza artificiale o videogame
  • web publishing

Per svolgere questi lavori occorrono skills specifiche e ricercate e di conseguenza ben retribuite. Uno dei vantaggi dell’essere un ingegnere informatico è proprio questo: avere maggiori opportunità di guadagno. Stando ai dati statistici, lo stipendio minimo di un ingegnere informatico dipendente si aggira attorno ai 1.700 euro al mese. Stipendio che varia a seconda del lavoro, delle mansioni e dell’anzianità.

Come vedi, conviene prendere una magistrale in ingegneria informatica, sia a livello di preparazione che di opportunità di guadagno e crescita professionale.

Per chi si approccia ora a questo settore, può essere interessante sapere come studiare informatica da autodidatta.

Credits immagine: DepositPhoto.com/nd3000

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali